VITICOLTURA BIODINAMICA

La terra non è un substrato “inerte” ma un vero e proprio organismo viventein grado di assimilare, metabolizzare e trasformare gli elementi presenti in natura per restituirli sotto forma di molecole complesse che costituiscono principi nutritivi unici ed insostituibili. Il consorzio microbiologico presente nel terreno influisce sull’espressione del vitigno ed è per questo motivo che in Glossary Link biodinamica lavorare il suolo rispettandolo e favorendo lo sviluppo della vita in esso contenuta rimane il gesto fondamentale.Attraverso pratiche agronomiche poco invasive, l’impiego dell’antica tecnica del Glossary Link sovescio e l’utilizzo dei principali preparati biodinamici quali il “ Glossary Link preparato 500 compostato” (corno letame) ed il “ Glossary Link preparato 501” (corno silice) la Biodinamica è oggi il metodo più efficace per ricreare la naturale fertilità della terra distrutta da decenni di uso sconsiderato ed indiscriminato di concimi chimici e pesticidi.

bio006

Per la difesa delle viti utilizziamo unicamente zolfo di origine minerale (non petrolifera) e poltiglia bordolese costituita da solfato di rame e calce. Non usiamo trattamenti sistemici che vengono assorbiti dalla piante nè pesticidi. Il controllo delle Glossary Link erbe spontanee è manuale o meccanico. Grazie alla ricchezza in Glossary Link humus dei nostri terreni non distribuiamo concimienon irrighiamonemmeno nelle estati più torride. Un grande risparmio idrico, una maggiore stabilità del terreno con resistenza ai fenomeni di dilavamento ed erosione, l’assenza di inquinamento del suolo e delle falde acquifere, ma soprattutto la grande qualità e salubrità dei prodotti agricoli destinati all’alimentazione umana sono solo alcuni degli innegabili vantaggi che la Biodinamica è in grado di offrirci.

scarica la versione completa in formato PDF

bio01